Category Archives: Casi di Marketing

campari-red-passion-2011

Campari, un caso da manuale di differenziazione psicologica

E’ sicuramente fra i brand evergreen, un po’ come Nutella: oggi parliamo di Campari. Diciamo, innanzitutto, che si tratta anche di un corporate brand, che identifica un portafoglio davvero ampio, che comprende anche gli “insospettabili” Cynar e Glen Grant, probabilmente per effetto di acquisizioni successive

Fragrance-50-ML

Tauleto: un prodotto sensoriale e una diversificazione intelligente

È risaputo che il vino sia uno di quei prodotti con un intrinseco Dna sensoriale, emozionale, esperienziale. È su queste basi che si sta consolidando sempre più un approccio di marketing per il vino che fa leva sull’utilizzo di degustazioni “polisensoriali”, ricorrendo a formule come le cantine aperte e

Soggetto_Lancio1

Il marketing del quotidiano sportivo: il caso Gazzetta dello Sport

Anche nell’editoria le regole del gioco sono cambiate, soprattutto per effetto di internet, oltre che di un crescente affollamento concorrenziale, che non risparmia nemmeno questo settore. Vi sarete accorti che la Gazzetta dello Sport ha cambiato pelle, riproponendosi con un format più ridotto e compatto. Inevitabile:

ape-malandra-rome-(by-eleonora-baldwin)

“Ape Malandra”: bell’idea!

C’è una cooperativa di trenta detenute che dal ’92 produce abbigliamento nei laboratori interni di alcune carceri. E c’è la titolare di uno show room milanese che si rifornisce da loro e che utilizza un sistema di vendita particolare… Invece di aspettare i clienti gli va incontro a

DriveBeer_66Cl

Drive Beer: la birra per chi guida

Non ho i dati di vendita, quindi non mi avventuro in classifiche, ma comunque mi sembra che Drive Beer si sia ritagliata il suo spazio nel mercato della birra. E’ un caso interessante, perchè permette di sottolineare l’importanza delle scelte di posizionamento. Qui la decisione

1898068_10151884717637031_1851208604_n

Casi di marketing: GEOX, una versione del “pensato in Italia”

Oggi parliamo del caso Geox (1). E’ un caso interessante sia perchè si è riconfigurato un business maturo (2), sia perchè permette di evidenziare i nuovi caratteri del “made in Italy”, o meglio, del “valore aggiunto italiano” nell’era globale e postindustriale, dove al “presidio stretto dell’hardware” si

muller_fate_lamore

Muller: un coerente ‘design dell’esperienza’

Sì, a volte le grandi imprese complicano le cose e intorbidiscono le acque… Così, il marketing appare come un’alchimia di incomprensibile complessità. Capita però sovente (si veda il flop della prima Smart) che tutto ciò non produca grandi risultati. Vi sono, invece, altri casi in

la-scialuppa

Lezioni di marketing spicciolo: applicazioni alla ristorazione

  Dopo una serie di post “di concetto”, facciamo un salto sull’applicazione del marketing, in particolare focalizzando due miei chiodi fissi: la ristorazione e le piccole imprese. Oggi vi parlo di 2 ristorantini della deliziosa Costiera Amalfitana. La situazione è questa: – i ristoranti li identifichiamo fittiziamente come Alfa

winery-marketing-three

Il vino e l’esperienza

Oggi voglio raccontarvi la storia della Cantina Masciarelli. Leggo un articolo su Il Sole 24 Ore (1) e mi rendo conto di quanto possa essere efficace e relativamente “semplice” il marketing pensato e messo in pratica da una PMI (2).