Sì, il prezzo è giusto!

Spread the love

Qualche giorno fa ho sentito al telegiornale che un locale di Genova (uno di quegli “ibridi” di cui abbiamo parlato) ha deciso di lanciare una particolare campagna: il cliente si siede, ordina, si diverte, si rilassa, poi… alla cassa decide quanto pagare. Sì, il prezzo lo fa lui… lì per lì. Un po’ come l’iniziativa dei Radiohead di qualche tempo fa.

Peraltro, lo stesso locale ha pensato ad iniziative (sempre più comuni, a dire il vero) della serie: “paghi X e mangi e bevi finchè ce la fai“.

Cosa c’è dietro a trovate di questo tipo?

Innanzitutto siamo ancora una volta di fronte alle trovate geniali del “marketing all’italiana“…

Alla base vi è un chiaro intento di differenziazione dai concorrenti. A primo acchito si sarebbe portati a pensare che chi va in questo locale, ci va per risparmiare. Io non sono proprio convinto che sia così…

Sicuramente vi saranno dei clienti che percepiranno il senso del risparmio e della convenienza, ma molti si sentiranno soprattutto “partecipi“, “chiamati in causa”, riconosciuti e rispettati e questo aumenta la trasparenza, che aumenta la fiducia, che aumenta il valore percepito. Con il risultato che… sono sicuro che vi saranno clienti che pagheranno anche di più (o quasi) rispetto a quanto avrebbero dovuto pagare con la lista dei prezzi alla mano. Tutto questo anche perchè il locale in questione (solito nostro referenziamento gratuito…) è anche molto carino, quindi il “giochino” de “il prezzo lo fai tu” si inserisce in un quadro di “valore percepito che cresce” piuttosto che di “sacrificio basso”.

Da questo punto di vista, immagino anche che molti clienti, davanti alla cassa e di fronte al cassiere o alla cossiera sorridenti, dopo aver passato una bella serata e mangiato e bevuto bene si sentiranno “in dovere” di rendere merito al locale, senza strafare, ovviamente.

Questa, d’altra parte, potrebbe essere anche (non solo per i ristoranti, ma per qualsiasi altra Pmi) una bella tecnica (magari per periodi di tempo limitati) per testare e raffinare le proprie politiche di prezzo. Il punto è… non lasciare nulla al caso sul fronte del valore complessivamente offerto al cliente.

Il segreto è: “delizia il cliente e… stai a vedere cosa succede“.

Stuzzicante, no?

Fulvio for Experyentya